Home Progetti Africa RCA Centro Diurno per bambini di strada
Centro Diurno per bambini di strada


Paese

Repubblica Centroafricana






Contesto

Bangui è la capitale del Paese, un crocevia di popoli e razze; una città di passaggio e quindi di provvisorietà. Il Paese soffre di una preoccupante condizione sociale, dove dilaga la malnutrizione e la diffusione di gravi malattie quali l’epatite e l’AIDS. Pochi hanno accesso alle cure mediche anche per l’elevato costo dei medicinali. Uguale la situazione del sistema educativo e della scolarizzazione.

A 8 Km dalla città è situato il comune di Bimbo, capoluogo della prefettura di “Ombela Mpoko”. La Sua popolazione è di 22.000 persone, di cui il 65% in età molto giovane. La gran parte di questi bambini abbandona la scuola per problemi economici, molti altri desiderano lavorare ma non hanno la possibilità di imparare un mestiere. E’ proprio qui, a Bimbo, che verrà costruito il Centro Diurno per la scolarizzazione e il sostegno dei bambini di strada.

 

Il progetto

Costruzione di una struttura per lo sviluppo di un programma educativo e scolastico che prevede, dalla presa in carico del bambino, il reinserimento in famiglia. Il centro sarà costituito da una grande sala per le attività scolastiche, ricreative ed educative, due bagni e una stanza/alloggio per le emergenze. Qui i bambini potranno avere ogni giorno un’alimentazione equilibrata. Le cure mediche saranno effettuate nell’ospedale di Bangui.

L’educazione è la base di tutto lo sviluppo.

E’ un diritto importante e fondamentale che assicura ai bambini la possibilità di mantenersi e di lottare contro la povertà e il sottosviluppo.

Il centro garantirà un’adeguata assistenza medica e un programma di scolarizzazione ai bambini  emarginati o orfani.

Succede di frequente che, in caso di seconde nozze di uno dei genitori, i bambini vengano considerati una disgrazia all’interno della “nuova” famiglia, che tende a ignorarli e spesso a cacciarli di casa. Se non sono i famigliari a mandarli via, sono gli stessi bambini che, sentendosi abbandonati ed esclusi, scappano di casa, per vivere sulla strada chiedendo l’elemosina e procurandosi il cibo nelle discariche, con gravi danni alla salute.

 

Gli ob iettivi

  1. Re inserire i bambini nel proprio nucleo familiare in condizioni adeguate.
  2. Sen sibilizzare e rieducare le famiglie ad amare e a prendersi cura dei loro figli evitando l’emarginazione e l’abbandono.
  3. Organizzare incontri con genitori e tutori nel centro a scopo educativo e responsabilizzante.
  4. Promuovere il diritto infantile alla scolarizzazione, alla formazione e alla vita.
  5. Fornire sostegno psichico e pratico attraverso l’apprendimento di conoscenze e capacità che gli permettano, crescendo, di diventare indipendenti e di inserirsi nella società.
  6. Provvedere ad un orientamento scolastico adeguato alle attitudini personali dei bambini.

 

Costo del Progetto.......................................................... € 20.000,00

Inizio Progetto..................................................... a reperimento fondi

 

Il mondo è pericoloso
non solo a causa di coloro che fanno del male
ma, soprattutto,
a causa di coloro che guardano e lasciano fare.


A. Einstein

Un passo alla volta
mi basta.



Mahatma Gandhi

In questi bambini c'è di più.
C'è il coraggio.


Torey L. Hayden

Essere un uomo oggi,
significa
sentirsi responsabile della sofferenza
degli altri


Edmond Kaiser